Il cantautore parla a “il Corriere della Sera”. Un consiglio al Baglioni bis o a chi verrà? “Il festival lo farei durare due settimane magari con rassegne a corollario”

Chi al settimo piano organizza cene romane per convincere Claudio Baglioni a condurre il festival di Sanremo anche nel 2019 farebbe bene a leggersi l’intervista di Andrea Laffranchi al cantautore sul Corriere della Sera. “Sanremo è un lusso che ci si può concedere una volta nella vita, magari con un senso di ambizione scandaloso”, premette Baglioni. Ha detto tre “no” alla Rai prima di accettare. A che “no” siamo per il 2019? “Siamo alle avvisaglie. Però mi dico che il lusso ripetuto diventa un peccato”. Un consiglio al Baglioni bis o a chi verrà? “Lo farei durare due settimane magari con rassegne a corollario. E, senza esagerare perché resta un romanzo popolare in musica, vorrei vedere rappresentate anche discipline più elitarie e non solo – ha concluso Baglioni – le canzoni orecchiabili”.

Approfondimenti